cuckoldismo

Scambisti: Coppie che praticano cuckoldismo

Avete sentito parlare di cuckoldismo o triolismo e siete curiosi di sapere di cosa si tratta? Per chi non lo sapesse, la pratica prevede che il maschio della coppia prova eccitazione nel vedere la moglie mentre sta avendo un rapporto sessuale con un altro uomo. 

Si tratta di una pratica molto conosciuta, che molti mettono in atto e senza alcuna gelosia. Infatti, gli uomini che praticano cuckoldismo non hanno alcuna gelosia della compagna che si sta concedendo ad un altro uomo, ma provano invece molta eccitazione proprio perché lei sta appartenendo ad un altro.

Nella maggior parte dei casi il compagno che assiste all’amplesso sfoga le sue emozioni sessuali masturbandosi di fronte alla coppia. Come funziona questo fenomeno, da cosa trae origine e quali sono i motivi che spoingono molte coppie a praticarlo? Scopriamo di più sul triolismo, fenomeno ad oggi molto diffuso, molto più di quanto si pensi.

Origini del cuckoldismo

Il cuckoldismo affonda le radici in tempi molto remoti, addirittura all’VIII secolo a.C., nel periodo in cui governava nell’Asia Minore il Re Candaule. Vanitoso e fiero di avere una donna bellissima al suo fianco, il suo modo di fare non piaceva molto alle guardie.

Fra queste c’era Gige, la guardia del corpo del Re, che costui provocava parlandogli appunto della bellezza della moglie. Per dimostrare alla guardia quanto era bella la regina, gli venne proposto di vederla nuda. Gige non voleva umiliare la regina, e non voleva disobbedire al re.

Il monarca ebbe quindi l’idea di nascondere la guardia nella camera da letto e con il buio la Regina non lo avrebbe riconosciuto. Non vi è certezza di un rapporto sessuale fra i due, ma è sicuro che la Regina subito si accorse dello scambio e ordinò alla guardia di uccidere il marito per vendetta.

La guardia divenne re e così fu lui a godersi la bellezza della Regina. Da qui ebbe origine il candaulesimo, a cui si ispira appunto il cuckoldismo, indicante appunto il piacere dell’uomo nel vedere la propria donna fare sesso con un altro.

Come funziona la pratica

In parole povere  non è altro che un tradimento assecondato. In genere è l’uomo che fa da guardone e si eccita nel vedere la propria donna mentre sta godendo con un altro uomo. Anche se è molto diffusa oggi fra le giovani coppie, molti uomini potrebbe incontrare difficoltà nel convincere la donna a vivere questo rapporto triangolare, a meno che non lo desideri lei stessa.

Per facilitare le cose, il partner che fa da guardone concede alla sua metà di scegliere la persona con la quale avere un rapporto sessuale. Si tratta di una sorta di compromesso che spinge la donna a rilassarsi e ad essere più disinibita, mentre nell’uomo non è gelosia perché in realtà ai suoi occhi non è un tradimento, ma una sorta di favore che la compagna accetta di fargli.

Tutto questo ha come scopo finale quello di far eccitare al massimo il compagno e farlo godere mentre lei sta avendo un rapporto sessuale con un altro.

Come viene scelto il partner

Per praticare il cuckoldismo la persona viene scelta in vari modi. Può essere qualcuno appartenente alla propria cerchia di amici, oppure qualcuno conosciuto per caso in un locale o ad un festa, o ancora si mettono degli annunci online nei siti appositi per cercare la persona che può fare al caso proprio.

Cosa spinge a fare cuckoldismo

Le motivazioni che spingono a praticarlo sono soprattutto curiosità e voglia di vivere nuove sensazioni. Il piacere che prova il compagno nel vedere la propria donna mentre si concede ad un altro scatena reazioni quasi innaturali e molto forti. In molti si rafforza la voglia di possedere la propria donna e di sentirla gemere.